Day Trading: Come funziona, cosa sapere

Home»Articoli»Day Trading: Come funziona, cosa sapere

Sei affascinato dal trading ma non sai da dove cominciare?

Oggi ti spiegherò un pò più nel dettaglio cos’è il Day Trading, come funziona e cosa sapere.

In rete veniamo continuamente bombardati da pubblicità sul  trading, che sia esso day trading o multi day.

Tutte mostrano la  facilità con cui si possono ottenere una bella macchina, una vacanza da sogno, una vita in pieno stile “Wolf of Wall Street”.

Davvero fantastico!

Sembra tutto facile, del tipo “iscriviti e fai day trading con soli 100€ e te ne regaliamo 500€ noi”, oppure “ti bastano alcune regole e a quelle ci pensa la mia strategia Santo Graal del Re Mida”.

Siamo sinceri, in certi momenti sembra davvero una pagliacciata.

L’ultima cosa da fare in ordine cronologico  è proprio aprire un conto, e la più sbagliata è pensare di guadagnare subito e con facilità.

Se c’è una cosa che sicuramente non fanno queste pubblicità è rispondere ad una semplice domanda: cos’è il day trading e per chi è adatto?

Cos’è il day trading?

Questa è la prima domanda a cui ti voglio rispondere oggi in queste righe.

Se non sai però cosa significa o cos’è il trading dobbiamo fare un passo indietro.

Significato di day trading:

Fare trading significa speculare su un andamento di uno strumento finanziario, comprare ad un prezzo per rivendere ad un altro generando (si spera) un guadagno.

Fare day trading dunque significa aprire e chiudere una posizione speculativa (trading) in una medesima giornata (day), senza dunque lasciare la tua posizione aperta la notte o per più giorni.

Ecco due esempi:

  • Un bene vale 100 e lo compro per rivenderlo ad un prezzo più alto (guadagno) o più basso (perdo), quello che si dice operazione long, guadagni se sale.
  • Un bene vale 100 e lo vendo (chiedendolo in prestito) per comprarlo (e restituirlo) ad un prezzo più basso e guadagno) o più alto (perdo), quello che si dice operazione short, guadagni se scende.

Quindi la parola day trading da traduzione letterale significa trading giornaliero o trading durante la giornata.

Definizione di day trading

Da questa definizione capisci dunque alcune cose importanti.

Vediamo un elenco che possa aiutarti a fare chiarezza, e a capire meglio il day trading e per chi è adatto:

  • Quel che fai durante una giornata di trading è fatto nel bene e nel male
  • L’impatto psicologico è sicuramente forte
  • Ti serve una parte cospicua della giornata (almeno 3 ore diciamo) da dedicare trading
  • Non lasci operazioni aperte quando a mercato chiuso ( altrimenti non è day trading)
  • Non esiste quindi il concetto di portafoglio o di investing come nel trading multiday

Esaminiamo ora un punto alla volta, in modo da essere sicuri che potrai capire meglio cos’è il day trading e se è adatto a te.

Tutto quello che c’è da conoscere sul day trading

I primi due punti che abbiamo visto nella definizione di day trading sono legati alla psicologia.

Ogni giorno,  dovrai accettare il responso del mercato, che tu abbia fatto bene o abbia fatto male.

Dovrai riuscire a mantenere un certo distacco emozionale,  non dovrai sentirti invincibile quando guadagnerai e nemmeno un fallito quando perderai.

Questa è sicuramente la parte più difficile a mio avviso , che dovrai costruire nel tempo con l’esperienza e la conoscenza di te stesso.

Questo perché tutto ciò è difficile da apprendere con un corso, va oltre ai grafici e alle regole di day trading ed è un lavoro su se stessi.

Ogni giorno è a sé e dovrai quasi dimenticarti di cosa è successo ieri o il mese prima o a che punto sia il capitale.

Devi crearti delle regole rigide che limitino le perdite e stabiliscano a priori il guadagno, perché anche l’avidità è un sentimento che si farà vivo quando sarai nel mercato.

Ricorda che il tuo capitale sarà sottoposto a forti e importanti oscillazioni, devi essere pronto a questo impatto emotivo.

Con il day trading si può guadagnare (o perdere) uno stipendio full time in pochi minuti.

La psicologia gioca un ruolo fondamentale e pesa almeno per l’80% nel day trading.

Le emozioni che proverai sono piuttosto forti,  per me è come un viaggio stupendo alla scoperta di se stessi.

È davvero appagante vedere quando il mercato ti da ragione dopo i tuoi studi e le tue analisi.

Allo stesso tempo è molto frustrante dover perdere e ammettere i propri errori, vedendo magari che altri hanno guadagnato e tu no.

Capirai che quel guadagno non è per niente regalato.

Chi dice che i traders sono fannulloni non sa assolutamente di che cosa diavolo stia parlando.

Per chi è adatto il day trading?

Un altro fattore davvero importante da considerare per capire se il day trading è adatto a te è senza dubbio il tempo.

Se lavori full time dalle 8 alle 17 è praticamente impossibile dedicarsi all’attività di day trading e, se ci stai già pensando la risposta è NO, ti sconsiglio caldamente di provare a farlo dall’ufficio

Serve tempo per le dovute analisi e la preparazione prima di affrontare la seduta di mercato e,  devi arrivarci con  lucidità e concentrazione, non tra una mail di lavoro e l’altra ci siamo capiti?

La gestione delle tue forze mentali è il  punto cruciale che dovrai assolutamente imparare a conoscere e gestire nel tuo fare day trading.

Perché si parla di stile di trading?

Per concludere, analizziamo lo stile di trading.

Decidere di trasformare una posizione da intraday a multiday perché credi fortemente che possa continuare a crescere di valore è sicuramente un grosso errore da evitare.

Ogni stile di trading ha caratteristiche uniche e proprie di strategia, di gestione del rischio e capitale, di costi.

Il day trading ha un alto impatto psicologico, ed è per questo che insistito tanto perché tu capisca cos’è il day trading e se fa per te.

Ora magari ti starai chiedendo: “Ok, non credo serva una laurea in psicologia però per fare trading” e sopratutto, l’aspetto monetario? I guadagni che fine hanno fatto?

Non ho ancora parlato dei guadagni  perché se sarai umile, paziente, rispettoso, amante della materia, se sarai pronto a metterti in discussione,

se non mollerai alla prima difficoltà e se sfrutterai ogni errore come occasione per migliorare allora caro lettore, cara lettrice:

I guadagni saranno una naturale conseguenza della tua professionalità.

Cosa serve per fare day trading?

Il tempo è senza dubbio la risorsa primaria.

Se hai tempo perché hai un lavoro a turni o part time il day trading potrebbe essere adatto a te e chissà che un domani non possa diventare la tua nuova vita.

La seconda peculiarità è la parte psicologica, il  percorso di esplorazione di te stesso.

Facendo day trading verranno fuori sentimenti che non hai mai provato.

Certi sentimenti li proverai già nel trading simulato,  altri li proverai solo in reale ed ecco perché è fondamentale la gestione del rischio per capire a chi è adatto day trading.

Fino a quando non proverai in reale e non ti metterai in condizione di essere letteralmente “testato dal mercato”non potrai sapere al 100% se il day trading fa per te o meno.

L’unica cosa che puoi sapere in anticipo è se hai o meno tempo.

Alcuni sentimenti devi provarli per capire se fanno per te e se sei in grado di gestirli.

Magari rinuncerai dopo un periodo di prova per poi capire che ti manca, che è proprio quell’emozione che cerchi, quell’adrenalina.

Ora sono sicuro, o almeno lo spero, di averti fatto capire cos’è il day trading e di averti lasciato importanti concetti sui quali riflettere prima di fare il passo importante.

Ah dimenticavo: la fortuna… La fortuna ci vuole e se ci da una mano non la disdegniamo, ma l’importante è mettersi in condizione di essere aiutati dalla fortuna, ma come?

Rispettando le regole di day trading e riproponendo il nostro approccio giorno dopo giorno.

Quanto guadagna un Day trader?

Se sei un aspirante Day trader o semplicemente un curioso, sicuramente ti sarai posto questa domanda almeno un volta.

I film e le pubblicità hanno contribuito a creare l’immagine del trader freddo,spietato e soprattutto ricco alla Gordon Gekko.

L’immagine è quella di colui che ha la possibilità con un click di spostare grosse quantità di denaro e guadagnare cifre stellari in pochissimo tempo, permettendosi  auto sportive e bella vita.

Ma quanto guadagna realmente un day trader?

Sicuramente avrete visto i classici: The wolf of wall streetle avventure di Gordon Gekko.

Recentemente la serie tv Netflix “Diavoli” ha nuovamente portato alla ribalta questo mestiere così misterioso quanto affascinante.

Complice purtroppo il lockdown mondiale che ci ha colpito, molte persone hanno cominciato a cercare su internet metodi alternativi per guadagnare da casa.

La scarsa informazione li ha serviti direttamente nelle reti di fantomatici guru in Ferrari da Dubai.

Questi promettono con i loro sistemi e con i loro segnali di guadagnare cifre astronomiche rapportate all’investimento iniziale di poche briciole.

Conto prosciugato e qui arrivano le classiche domande in successione.

 “Ma allora cosa c’è di vero, il Day trading è come il gioco d’azzardo?”

 “E’ possibile veramente guadagnare e come posso farlo?”.

Vuoi imparare ad analizzare i mercati in modo professionale? Accedi Gratuitamente a 6 corsi di Trading

Quanto guadagna realmente un day trader

A questa domanda ti rispondo subito in maniera secca.

Il Day trading è reale e può essere una reale e profittevole carriera, ma….

Unicamente per quel tipo di persona, che si approccerà al mercato con curiosità, passione e umiltà.

Per colui che investirà risorse economiche e mentali per formarsi ad affrontare un’arena mondiale di centinaia di migliaia di trader.

Trader, che come lui, comprano e vendono per portare a casa profitti con i migliori software e le migliori apparecchiature.

Le altre persone che si approcciano al mercato con la volontà di fare il colpo della vita e trattare il trading come gioco d’azzardo verranno spazzate via dal mercato stesso. 

Il problema dunque di quanto guadagna un day trader non è del trading in se stesso.

Piuttosto dell’approccio e dalle aspettative che una persona si crea nella propria testa, il trader è come un imprenditore, un operatore specializzato.

Perché secondo te per una qualsiasi professione devi studiare anni, fare tirocinio prima di poter guadagnare e nel trading in un anno dovresti  raddoppiare i capitali?

La maggior parte della gente perde proprio per questo approccio, perché non vede il trading come un business a tutti gli effetti.

E’ troppo pigra e troppo presuntuosa per studiare e per mettersi in discussione.

Passare notti insonni a rivedere le operazioni, studiare di nuovo per perdere nuovamente e magari solo allora trovare la strada e guadagnare.

La strategia finale per day trading

Magari ti starai chiedendo: “Ma perchè dovrei pagare per un corso?”

Carico 1000 dollari con la mia carta sul broker pinco pallino.

Metto tutto sul petrolio perché quel tizio su investing ha detto che è buono, mi fido, sembra forte”.

Secondo voi quanto può guadagnare un “day trader” (se così lo possiamo chiamare) di questo tipo?

Questo ci ricollega alla domanda principale: “Quanto guadagna un day trader al mese?”

La risposta è dipende. 

Ci sono trader che riescono a guadagnare centinaia, migliaia di dollari al giorno, e alcuni anche di più.

Ma aspetta, prima di impazzire e chiederti come poter guadagnare tutti quei soldi al giorno, finisci di ascoltare tutta la storia.

Il day trading non è un lavoro da dipendente, non hai un bello stipendio fisso.

Per guadagnare soldi nel trading, devi essere prima in grado di perdere, e gestire mentalmente quelle perdite.

Vuoi imparare ad analizzare i mercati in modo professionale? Accedi Gratuitamente a 6 corsi di Trading

Quanto puoi guadagnare al mese e quanto puoi perdere?

Il trading è uno di quei pochi lavori dove puoi stare 8 ore davanti al pc, alzarti, aver speso il tuo tempo, le tue risorse mentali e aver perso soldi.

Succede spesso, perché il trader vive giornalmente tra guadagni e perdite, fa parte di questa carriera.

Quando vedi pubblicare Screenshot con grossi guadagni da parte di Trader con la t maiuscola, la prima affermazione da fare non è: “voglio guadagnare quanto lui”.

Ma è porsi una semplice domanda: “quanto rischio ha sostenuto per realizzare quel profitto?

Il tutto si riduce sempre al semplice concetto di rischio rendimento.

Per realizzare 100 dollari rischio 50 dollari, per realizzarne 1000 ne rischio 500, ma per realizzarne 10.000 ne rischio 5000.

Sono in grado di poter rischiare 500 dollari a trade senza pregiudicare la stabilità del mio conto, posso permettermi di sbagliare più di un trade tranquillamente?

Per arrivare dunque al nocciolo della questione, ogni guadagno o perdita nel day trading è relativo al singolo trader, alla sua singola storia, alla sua formazione, al suo capitale e sopra tutto alla sua propensione al rischio.

E’ inutile all’inizio della carriera di un aspirante trader chiedersi quanto guadagna un trader.

É controproducente cercare una risposta su internet, perché non potrà mai trovare la risposta alla tua domanda.

Posso io aspirante trader, guardare un grande trader che rischia 100 volte quello che rischio io con un’esperienza 100 volte superiore alla mia, con apparecchiature 100 volte migliori delle mie e cercare di emularlo?

La carriera del trader è un viaggio fatto di alti e bassi, dove i profitti salgono di pari passo con le perdite e con il rischio che mi prendo.

Non bisogna bruciare le tappe.

E non bisogna aver paura di fallire, per esperienza dopo i più grossi drawdown il mercato ti insegna che non eri ancora pronto per quel gradino.

Ti rimanda indietro per prendere più forza per passare allo step successivo.

Affronta il trading con passione e con “cosa mi può insegnare?”, i guadagni saranno una diretta conseguenza del vostro percorso di crescita e alla fine ripagheranno le notti in bianco a guardare i grafici.

Buon trading!!

Davide Cassaghi