Crowdfunding: Le Migliori Piattaforme del 2024

Home»Articoli»Crowdfunding: Le Migliori Piattaforme del 2024
201230_191127

La crescita del crowdfunding negli ultimi anni ha aperto la strada a numerose opportunità di finanziamento per progetti e idee innovative. Scegliere la piattaforma di crowdfunding giusta può fare la differenza tra il successo e il fallimento di un progetto. In questo articolo, esamineremo le migliori piattaforme di crowdfunding del 2024, analizzando le loro caratteristiche chiave e fornendo vantaggi e svantaggi di ciascuna. Prima di approfondire l’argomento principale, facciamo una breve introduzione al mondo del crowdfunding.

Introduzione alle piattaforme di crowdfunding

Il crowdfunding è un metodo di finanziamento che coinvolge un gruppo di persone che contribuiscono finanziariamente a un progetto o a un’idea. Questo metodo di finanziamento è diventato sempre più popolare negli ultimi anni grazie alla sua capacità di offrire un’alternativa ai tradizionali canali di finanziamento, come prestiti bancari o investitori privati. Il crowdfunding offre la possibilità di raccogliere fondi da una vasta base di sostenitori e può essere utilizzato per finanziare progetti di qualsiasi natura, che vanno dalla produzione di film all’avvio di una startup tecnologica.

Cos’è il crowdfunding?

Il crowdfunding è un processo in cui un gran numero di persone contribuiscono finanziariamente a un progetto o a un’idea. Questa forma di finanziamento online si basa sulla fiducia dei sostenitori nel progetto e sulle potenziali ricompense o benefici che potrebbero ricevere in cambio del loro supporto finanziario. Le piattaforme di crowdfunding fungono da intermediari tra i creatori del progetto e i sostenitori, facilitando la raccolta di fondi e fornendo strumenti per gestire la campagna di crowdfunding.

Grazie a questo videocorso gratuito sarai in grado di iniziare ad investire anche se parti da zero.

Come investire in crowdfunding

Come dicevamo prima il crowdfunding è una forma di finanziamento alternativa.

Questo permette alle nuove società e alle start up di raccogliere denaro fresco per sviluppare i loro progetti in cambio di loro quote azionarie (equity).

Voi, come crowdfunder, sarete soci a tutti gli effetti e dopo un certo periodo di tempo, se la società inizierà a crescere e a fare utili, potrete raccogliere il frutto dei vostri investimenti crowdfunding.

Riceverete un ritorno sui vostri investimenti in crowfundindg in 2 modi:

  1. la rivalutazione del valore delle quote; 
  2. tramite i dividendi che le aziende distribuiranno se mai lo faranno.

crowdfunding

Perché il crowdfunding è importante?

Il crowdfunding offre molteplici vantaggi sia per i creatori dei progetti che per i sostenitori. Per i creatori, il crowdfunding rappresenta un modo efficace per raccogliere i fondi necessari per portare avanti il loro progetto senza dover dipendere interamente da banche o investitori. Inoltre, il crowdfunding consente ai creatori di condividere la loro idea con un pubblico più vasto e di ottenere feedback e supporto dalla comunità.

Per i sostenitori, il crowdfunding offre l’opportunità di contribuire a progetti innovativi e di essere parte attiva nel loro successo. Attraverso il crowdfunding, i sostenitori possono sentirsi coinvolti nel processo creativo e beneficiare di ricompense uniche o privilegi esclusivi offerti dai creatori del progetto.

5 Piattaforme per investire nel crowdfunding

Crowdfundme

Crowdfundme è la principale piattaforma attiva al momento in Italia. E’ la prima per numero di investitori, ha raccolto più di 21 milioni di euro e ha all’attivo 63 progetti che hanno raggiunto l’obiettivo.

Nella loro home page ci sono tutti i progetti che in questo momento stanno raccogliendo fondi. Una volta scelto il progetto possiamo analizzare il business plan in cui spiegano perché dovremmo investire, i risultati raggiunti, il mercato di appartenenza e le strategie future.

Analizzate questi progetti con grande spirito critico, perché i prospetti in parte sono fatti per vendere le quote e quindi valutate bene anche perché rischiate di investire in tutte le società perché i prospetti sono tutti interessanti.

Una delle novità più recenti di crowdfundme è la collaborazione con alcune SIM italiane di trading online.

La collaborazione permette agli utenti che hanno acquistato le quote di poterle scambiare liberamente tra loro.

Praticamente una sorta di mini mini mercato azionario. I costi per investire in crowdfundme non ci sono, non è prevista infatti nessuna commissione a carico dell’investitore, perché la società guadagna in altri modi.

Non vi è neanche un minimo da investire, sebbene poi ogni società stabilisce una chip, praticamente una quota minima, per la propria campagna, che di solito è di 250€.

Nel caso in cui la campagna non venga conclusa con successo non vi preoccupate: tutti i capitali accumulati vengono riaccreditati sui conti correnti di ciascun investitore e il denaro investito viene restituito all’investitore.

Se invece il progetto raccoglie i soldi e riesce a partire il vostro diventa a tutti gli effetti capitale di rischio e voi, come detto, soci investitori.

Scopri la guida completa gratuita agli investimenti a breve e lungo termine.

Mamacrowd

La seconda piattaforma per buttarsi nel crowdfunding è Mamacrowd. Nata nel 2016 la piattaforma è gestita da Siamosoci che ha raggiunto il traguardo di 17,5 milioni di euro raccolti e 51 campagne di successo.

Anche qui in home page sono presentate le principali campagne attive che stanno raccogliendo i fondi e anche in questo caso non c’è alcuna commissione quando si investe.

Una volta investito vi è la possibilità di seguire tutti gli aggiornamenti dei vari progetti su cui abbiamo investito, è molto user friendly.

StarsUp

Questa piattaforma per investire nel crowfunding è stato il primo portale in Italia ad essere autorizzato dalla Consob per la raccolta on line di capitale di rischio da parte di start up innovative.

Su questa piattaforma infatti possono investire soltanto start up e PMI innovative.

O ancora organismi di investimento collettivo del risparmio, OICR, e società di capitali che investono prevalentemente in start up innovative e PMI innovative. Anche per questo nell’impostazione ha un’impostazione più istituzionale.

Anche in questo caso tutti i passaggi per operare sono gli stessi delle altre due piattaforme crowdfunding investimento e progetti proposti sono veramente molto validi.

Fundera

Fundera, a differenza delle piattaforme per investire nel crowdfunding viste finora, si distingue in quanto è attiva in progetti di cleantech. La piattaforma consente di fare investimenti in crowdfunding che hanno un basso impatto ambientale poiché, ad esempio, migliorano l’efficienza energetica e permettono un uso sostenibile di risorse e fonti energetiche.

Diventata pienamente operativa dal 2016 e si dedica ad attività e investimenti in crowdfunding sia donation che reward.

In caso di investimento gli oneri per l’investitore possono arrivare anche a 30€, perciò prima di investire leggete bene ogni dettaglio, sebbene il buon intento, la rende comunque una piattaforma interessante.

Produzioni Italiane

Produzioni italiane si concentra sulla raccolta di fondi per progetti nel settore cinematografico. Questa piattaforma offre agli appassionati di cinema l’opportunità di sostenere film italiani indipendenti e ricevere ricompense esclusive, come l’accesso anticipato alle proiezioni o la possibilità di incontrare il cast e la troupe.

crowdfunding

Caratteristiche chiave di una buona piattaforma di crowdfunding

Una buona piattaforma di crowdfunding dovrebbe offrire una serie di caratteristiche chiave che possono influenzare il successo di un progetto. Vediamo quali sono le caratteristiche che bisogna considerare nella scelta della piattaforma di crowdfunding giusta per le proprie esigenze.

  • Facilità d’uso: una piattaforma di crowdfunding dovrebbe essere intuitiva e facile da navigare, sia per i creatori che per i sostenitori.
  • Opzioni di pagamento: una varietà di opzioni di pagamento consentirà ai sostenitori di contribuire al progetto in modo comodo e sicuro.
  • Strumenti di promozione: una buona piattaforma di crowdfunding dovrebbe offrire strumenti di marketing che permettano ai creatori di promuovere il proprio progetto in modo efficace.
  • Community engagement: una comunità di sostenitori attiva e coinvolta può fare la differenza nella riuscita di un progetto. Una piattaforma di crowdfunding con una solida community di sostenitori può offrire un supporto aggiuntivo al progetto.
  • Trasparenza: una piattaforma di crowdfunding deve essere trasparente riguardo ai costi associati al suo utilizzo, alle tariffe di transazione e alle regole di rimborso.

Quando si valuta una piattaforma di crowdfunding, è importante anche considerare la presenza di un servizio clienti efficiente e disponibile. Un supporto tempestivo e competente può fare la differenza in caso di problemi tecnici o dubbi durante la campagna di raccolta fondi.

Inoltre, la possibilità di personalizzare la pagina del progetto è un aspetto da non sottovalutare. Una piattaforma che permette ai creatori di aggiungere immagini, video e testi accattivanti può aiutare a catturare l’attenzione dei potenziali sostenitori e a comunicare in modo efficace l’essenza del progetto.

ATF-800×630

Ottieni la tua libertà finanziaria in 6 settimane!

Scopri il primo percorso interattivo online che ti permette di implementare il metodo di gestione del denaro utilizzato dall’11% degli Americani per raggiungere la libertà finanziaria.

Iscrivi ora al master